martedì , luglio 23 2019
Home / Tecnologia / Tim, Tre, Vodafone, Wind, Mediaset e Sky: addio al telemarketing …
Tim, Tre, Vodafone, Wind, Mediaset e Sky: addio al telemarketing ...

Tim, Tre, Vodafone, Wind, Mediaset e Sky: addio al telemarketing …

Negli ultimi anni, le chiamate commerciali da parte dei call center sono stata protagoniste di numerose denunce per truffa nei confronti dei consumatori, ad esempio, attivazione di alcuni servizi mai richiesti, oppure, variazioni dei costi sulla promozione attivata telefonicamente. Una volta aver effettuato la registrazione con l’accettazione del contratto, i consumatori non riescono più a parlare con nessun operatore per avere un riscontro in merito.

A seguito delle continue lamentele dovute da alcune chiamate ‘indesiderate’, il Governo, grazie anche al pressing del Movimento dei Consumatori, ha già approvato al Senato il Ddl Concorrenza 2017 per porre fine a questa situazione.

Prefisso unico per i call center

Nello specifico, il Governo ha approvato una serie di novità per bloccare, definitivamente, le telefonate indesiderate commerciali sia da cellulari che telefoni fissi. Fra le novità, ci sarà la creazione di un prefisso unico per i call center che si occupano di telemarketing. Tale prefisso consentirà ai consumatori di riconoscere immediatamente la chiamata, evitando così di dover rispondere se non si desidera farlo.

Un’altra novità riguarda il Registro delle Opposizioni, dove si potranno bloccare le chiamate direttamente dai cellulari, effettuando l’iscrizione, in modo che tali numeri non potranno essere chiamati dai call center. Chi violerà le regole andrà incontro a pesanti sanzioni con multe sino a 250mila euro e la revoca dell’autorizzazione per il servizio.

Bisogna dire che questo disegno di legge consentirà agli operatori di call center di non dare nessuna indicazione specifica durante la chiamata, ovvero, nome, cognome e motivo della telefonata, procedendo direttamente all’illustrazione dell’offerta.

Se per i consumatori è una buona notizia, per gli operatori del settore non la ritengono una buona iniziativa, i quali ritengono che quello proposto dal disegno di legge metta in serio pericolo molti posti di lavoro. Secondo Assocontact, l’associazione che rappresenta le società di Contact Center, l’introduzione del prefisso unico comporterà ad una perdita di 20 mila posti di lavoro nel settore telemarketing.

Le associazioni pensano che questa iniziativa non sarà la soluzione del problema, bensì, la fine delle attività di telemarketing, di conseguenza, dovranno puntare su diversi canali di vendita.

Leggi Anche

Google Traduttore si rinnova: ecco nuove lingue, rilevamento automatico della traduzione e nuova interfaccia

Google Traduttore si rinnova: ecco nuove lingue, rilevamento automatico della traduzione e nuova interfaccia

Google Translate permette agli utenti ogni giorno di esplorare paesi sconosciuti, comunicando in lingue diverse …