lunedì , giugno 17 2019
Home / Tecnologia / Smartphone pieghevoli: una tecnologia solo per l’élite
Smartphone pieghevoli: una tecnologia solo per l’élite

Smartphone pieghevoli: una tecnologia solo per l’élite

Fino al 2023 solo pochi avranno la possibilità di comprare gli smartphone pieghevoli

Gli smartphone pieghevoli, grande novità nel mondo della telefonia ma che, secondo gli analisti della società di ricerche di mercato Gartner, non saranno accessibili a tutti prima di 5 anni. Fortunatamente, invece, gli smartphone come li conosciamo oggi avranno prezzi più moderati, ma venderanno poco.

La nuova frontiera dello smartphone

Attualmente sono pochi i modelli di smartphone pieghevoli, ma fin da subito hanno catturato l’attenzione del pubblico. Gli analisti della società di ricerche di mercato Gartner però ritengono che fino al 2023 gli smartphone pieghevoli venderanno circa 30 milioni di unità ovvero il 5% delle vendite globali. Questo perché saranno accessibili solo per poche persone.

Rumors di mercato

Attualmente tutte le informazioni disponibili si riducono a supposizioni basate su indiscrezioni, infatti il prodotto non è stato ancora effettivamente lanciato sul mercato. Secondo gli esperti di Gartner, però, gli smartphone pieghevoli potrebbero rappresentare il futuro, che però non sarà per tutte le tasche soprattutto all’inizio. Quelli attualmente proposti dalla Samsung con il suo Galaxy Fold ed il Mate X della Huawei  avranno un costo sul mercato decisamente in fascia alta, cioè tra i 2000€ ed i 2300€.

Indicazioni dai produttori

“Siamo consapevoli che il prezzo sia elevato, tuttavia questo modello serve per stimolare il mercato e dargli un’indicazione per il prossimo futuro. Sono convinto che in due o tre anni i prezzi caleranno in maniera decisa e gli smartphone pieghevoli diventeranno non solo una punta di innovazione ma qualcosa di mainstream”. Sono state queste le parole di Walter Ji, presidente della divisione consumer di Huawei per l’Europa occidentale, a febbraio durante il Salone Tecnologico di Barcellona quando ha presentato il Huawei Mate X.

Outlook e prospettive

Il posizionamento della Huawei è chiaro, pertanto, finché non si riuscirà ad abbattere i prezzi di produzione giustificati dalla difficoltà di creazione di questi smartphone, i costi resteranno elevati. Altro problema che potrebbe limitare la diffusione dei nuovi prodotti è quello degli schermi. Infatti, essi attualmente sono fatti di plastica, rendendo quindi i display più soggetti a rovinarsi. A breve termine, gli analisti di Gartner si aspettano che i produttori aumentino la sperimentazione dei fattori di forma degli smartphone pieghevoli, per raggiungere un’usabilità tale da soddisfare le esigenze degli utenti. Roberta Cozza esorta i product manager proprio a “porre l’usabilità al centro dello sviluppo dei prodotti, garantendo un’esperienza utente continua e senza soluzione di continuità su tutti gli schermi pieghevoli“.

Le stime degli analisti

Gartner stima che le spedizioni degli smartphone raggiungeranno 1,8 miliardi di unità nel 2019 ed il calo sarà dello 0,5% all’anno. Il motivo è da attribuire al mercato che oramai è saturo. “A meno che i nuovi modelli non forniscano nuove funzionalità, maggiore efficienza e vantaggi significativi, gli utenti non aggiorneranno i loro prodotti” afferma Roberta Cozza, research director di Gartner. I dati ottenuti dalle analisi di mercato hanno dimostrato che l’utente medio tenta di prolungare la vita degli smartphones. Entro il 2023, infatti, la vita media di uno smartphone rasenterà i tre anni.

Leggi Anche

Swisscom ha già installato oltre 100 antenne 5G

Swisscom ha già installato oltre 100 antenne 5G

Malgrado le opposizioni politiche e sociali, Swisscom sta proseguendo, pur con qualche intoppo, la messa …