giovedì , luglio 19 2018
Home / Sessuologia ed Altro / Sesso: la masturbazione? Ideale se vuoi dimagrire
Sesso: la masturbazione? Ideale se vuoi dimagrire

Sesso: la masturbazione? Ideale se vuoi dimagrire

Masturbarsi significa fare sesso con una persona che ami” diceva con ironia Woody Allen. Stessa voce corre nelle corsie degli ospedali e studi medici, dove gli esperti confermano facendo appello alla scienza. Fa bene alla prostata, abbassa la pressione arteriosa e allevia lo stress.

 

 

CREATI PER FARLO – Riflettendo qualche istante sull’argomento, se la natura non lo avesse voluto, non avrebbe consentito agli umani di disporre di arti superiori disegnati in modo tale da corrispondere per lunghezza esattamente alla zona pubica, laddove le mani, con la spiccata fluidità dei loro movimenti nonché la spiccata sensibilità delle dita, possono accedere con facilità. “Come non avrebbe consentito all’ano di essere esattamente corrispondente al pene maschile infine alla apertura delle labbra di poter contenere il membro eretto”, continua il dottor Francesco Attorre, sessuologo e psicoterapeuta a Roma. Detto ciò, la masturbazione è stata evidentemente prevista dalla vita stessa, come “esperienza” possibile per ogni essere umano e, possiamo aggiungere in questa sede, propedeutica al suo percorso evolutivo infine di benessere. Ma cosa ne pensa il sessuologo? “Toccarsi i genitali è per i bambini molto piccoli assai naturale. Pisello e Pisella sono per loro l’occasione per incontrare la loro sensibilità, calibrandosi in un certo senso al piacere. La zona genitale è dotata di una area recettoriale molto ben sviluppata, e dunque predisposta sin dalla nascita ad “esperire” sensazioni di piacere, erotiche nel senso più ampio del termine. Compito della masturbazione allora è proprio quello di affinare la sensibilità sia genitale, che mentale in relazione alla capacità di elaborare a livello di immagini, suoni, affetti, i riverberi che sensorialmente giungono dalla zona genitale”.

 

 

FA BENE – Dunque il risultato è uno e univoco: masturbarsi fa bene alla salute. “Non lo dicono solo i sessuologi ma lo dice una ampia fetta della Medicina”, prosegue Francesco Attorre. “Eiaculare almeno una volta alla settimana fa aumentare nel sangue la percentuale di IgE ed IgM, gli anticorpi cioè che entrano in gioco nelle reazioni infiammatorie ed immunitarie in generale. Ne deriva che il Sistema Immunitario si potenzia laddove maschi e femmine riescono ad avere almeno 1 – 3 esperienze di arousal (risposta) sessuale esitata in orgasmo a settimana. Per i maschi c’è da aggiungere che masturbarsi regolarmente (unitamente ad una buona attività sessuale), ossia non oltre le due volte a settimana, agisce in senso preventivo sui problemi prostatici infiammatori cronici nonché sul tanto temuto cancro prostatico, perché mette in moto non solo il circolo ormonale, ma anche quello neurotrasmettitoriale con la liberazione di dopamina, serotonina e noradrenalina, che migliorano l’umore con il loro effetto antidepressivo e stabilizzano altresì lo stato emotivo del soggetto, evitandogli tensioni interne ed ansiogene, con riequilibrio susseguente della Pressione Arteriosa”.

 

 

EROS – “Ma masturbarsi significa prima di ogni altra cosa conoscersi fino in fondo, fare esperienza delle proprie fantasie erotiche, fondamentali in ogni relazione sessuale e non. Significa “sentire” fino in fondo il proprio corpo, imparando a conoscerlo in ogni suo aspetto. Durante la masturbazione, laddove non intervengano contaminazioni patologiche come in corso di onanismo o di disturbi ansiogeni o, peggio ancora, dissociativi, in occasione dei quali l’aspetto compulsivo prevale su tutto il resto, la persona fa “pace” con la parte più bella di sé. L’uomo sente il potere di sé, nel percepire la reazione sessuale come una risposta, una reazione, un “modo di essere” in quel momento orientato al piacere, un piacere puro, libero più che mai perché guidato solo dal desiderio. Per la donna è la stessa cosa, perché attraverso il proprio “toccarsi” la stessa incontra sé stessa, i suoi limiti ma anche i suoi punti di forza, sente il valore di una carezza, scopre i punti del suo corpo che più di altri riescono a crearle vibrazioni. Tutto questo non può che favorire poi il rapporto a due, poiché masturbarsi in modo sano “orienta” alla sessualità, la prepara. La donna che impara a masturbarsi saprà guidare il proprio partner nel viaggio del piacere in modo sano e costruttivo, e saprà “ascoltare” i suoi richiami, sentendone le vibrazioni. L’uomo saprà dosarsi nel rapporto, saprà aspettare perché avrà imparato a farlo con sè, e per sè. Una coppia in cui i due partners sono in pace con sè stessi e con la propria sessualità, che vivono in maniera costruttiva e creativa giorno dopo giorno, può fare una esperienza sessuale importante, che è quella della masturbazione reciproca, di un momento cioè in cui diventare non uno strumento ma una vera e propria “parte” dell’altro, significa sentire nel modo più profondo l’emozione dell’altro, godendo mentre lui/lei si prepara a godere. La relazione intima e sessuale non può che beneficiare di una tale competenza, rendendo l’esperienza erotica di coppia fonte di benessere e piacere puro”, conclude l’esperto.
 

Roberta Maresci

Leggi Anche

Obesità adolescenziale: individuati nuovi marcatori batterici. Terapia personalizzata con probiotici mirati

Obesità adolescenziale: individuati nuovi marcatori batterici. Terapia personalizzata con probiotici mirati

Roma, 11 giugno 2018 – Negli adolescenti obesi il microbiota ha caratteristiche uniche in termini …