martedì , luglio 23 2019
Home / Sessuologia ed Altro / Sesso in aereoporto: lo fa 1 passeggero su 10, dove e con chi?
Sesso in aereoporto: lo fa 1 passeggero su 10, dove e con chi?

Sesso in aereoporto: lo fa 1 passeggero su 10, dove e con chi?

L’aeroporto serve solamente per partire? A quanto pare no, visto che 1 passeggero su 10 lo utilizza anche per avere rapporti sessuali particolarmente soddisfacenti. Ma dove lo fanno e soprattutto… con chi?

In aeroporto è lecito solo partire? La risposta non potrebbe essere più riduttiva, o almeno lo è per 1 passeggero su 10. Questa la percentuale, infatti, di quelli che ammettono senza problemi di aver avuto dei rapporti sessuali in aeroporto. Pensare al sesso anziché alle vacanze (non che una cosa escluda l’altra, d’altro canto) non è quindi così assurdo, nonostante sia vietato lasciarsi andare alla passione in pubblico o in zone particolarmente “sensibili”. In barba a regolamenti e multe da pagare, quindi, la vita di coppia si accende con la valigia in mano e lo fa con modalità davvero curiose.

A svelare tutti i retroscena è stata una ricerca effettuata da us.Jetcost.com, intervistando 5000 viaggiatori che hanno volato almeno una volta negli ultimi 2 anni. Le domande che sorgono spontanee sono per lo meno due: esattamente, dove si fa sesso in aeroporto? E soprattutto, con chi? Ecco quindi che il discorso si fa piccante: il 42 per cento dei soggetti lo fa in bagno, il 28 per cento negli armadi di stoccaggio, il 14 per cento è particolarmente temerario e si limita a coprirsi con un cappotto, infine il 17 preferisce andare sul sicuro e si lascia andare nel lounge vip. Insomma, le occasioni non mancano se proprio si vuole “ingannare il tempo” prima di decollare.

Per concludere, una risposta che mette in pace il cuore dei più maliziosi: con chi si preferisce vivere questi bizzarri incontri sessuali? Nonostante uno dei sogni erotici più comuni sia il sesso con uno sconosciuto, in realtà solo il 5 per cento degli intervistati ha raccontato di aver vissuto una simile esperienza in aeroporto. L’87 per cento, invece, sceglie il proprio compagno di viaggio. Ma attenzione, non è tutto oro quello che luccica: il 17 per cento delle persone ha anche ammesso di essere stato scoperto dal personale aeroportuale, facendo così una pessima figura (oltre che incappando in fastidiose ammende). Quasi quasi meglio seguire il consiglio del resto dei partecipanti, i quali preferiscono dedicarsi allo shopping, al cibo, alla lettura delle e-mail, all’intrattenimento del proprio smartphone e alla proiezione dei film in cabina.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti

Leggi Anche

Giovanni Ciacci: «Il mio libro sul primo trans d'Italia (dedicato ad ...

Giovanni Ciacci: «Il mio libro sul primo trans d’Italia (dedicato ad …

Un libro, una serie tv, il coronamento di un amore. Poi, il ritorno a Ballando …