mercoledì , dicembre 19 2018
Home / Social Network / Ricordi d’infanzia nel penultimo episodio di American Crime Story
Ricordi d'infanzia nel penultimo episodio di American Crime Story

Ricordi d’infanzia nel penultimo episodio di American Crime Story

Venerdì su FoxCrime vedremo in prima assoluta il nuovo episodio di American Crime Story 2, il penultimo della stagione dedicata all’omicidio di Gianni Versace e alle altre vittime del serial killer Andrew Cunanan Come abbiamo visto nei precedenti episodi, Cunanan è protagonista assoluto di una storia in cui la discesa all’inferno di un ragazzo apparentemente normale dà vita a un mostro assetato di sangue, che non esita a eliminare l’unico amico che abbia mai avuto e l’unico uomo che abbia mai dichiarato di amare.

L’assassinio di Gianni Versace, con l’episodio intitolato Ricordi d’infanzia, continuerà a portare avanti una delle principali linee narrative: la contrapposizione fra due mondi, quello di Cunanan e quello di Versace. Un episodio speciale anche per il regista d’eccezione: l’attore Matt Bomer, chiamato a dirigere un episodio fondamentale per la comprensione della psicologia di Cunanan e del talento di Versace.

Dopo averci mostrato il concetto di amore famigliare, completamente opposto, che legava Cunanan alla madre e Gianni alla sorella Donatella, nell’ottavo episodio della serie di Ryan Murphy faremo un ulteriore salto indietro nel tempo.

Conosceremo infatti un giovane Andrew Cunanan, scoprendo – a ritroso, come stabilito dalla cronologia della narrazione – e un giovane Gianni Versace, pronto a diventare uno stilista di successo, trasformando il proprio talento in un marchio destinato a renderlo immortale. Mentre il suo futuro assassino, incapace di accettarsi e di farsi accettare, inizia a costruire il castello di menzogne destinato a trasformarlo in un bugiardo patologico.

Come gli altri episodi, anche Ricordi d’infanzia è basato sulle teorie esposte nel libro Il caso Versace, scritto dalla giornalista Maureen Orth. Appuntamento venerdì alle 21.05 sempre (e solo) su FoxCrime

Leggi Anche

Pinterest non rallenta (come gli altri social) e fa 250 milioni di utenti mensili

Pinterest non rallenta (come gli altri social) e fa 250 milioni di utenti mensili

Pinterest continua a crescere, in controtendenza rispetto agli altri social network che hanno registrato un rallentamento. …