Home / Film e Dintorni / Mika ritorna a Giffoni. In attesa di rivederlo in tv con il suo nuovo …
Mika ritorna a Giffoni. In attesa di rivederlo in tv con il suo nuovo ...

Mika ritorna a Giffoni. In attesa di rivederlo in tv con il suo nuovo …

Sfoglia la gallery

Mika al Giffoni Film Festival 2017

I ragazzi battono le mani a ritmo di Grace Kelly, i fan lo attendono sotto il sole per avere un autografo o scattare un selfie. Mika ritorna al Festival di Giffoni dopo l’esperienza dello scorso anno: «È stato il più bel ricordo degli ultimi anni», afferma la pop star di Beirut. «Qui c’è un’energia straordinaria e dimentico quello che non mi piace della tv, della musica e divento meno cinico. Voi mi fate ricordare come ho iniziato questo mestiere».

‘);
}

La sala Truffaut esplode di entusiasmo sotto la mega scritta “Welcome Back to Giffoni” che appare sul grande schermo. Verrebbe voglia di cantare a squarcia gola Stardust come in un concerto, invece l’atmosfera si normalizza, c’è chi prende il respiro per porre la sua domanda al suo idolo. La prima è sull’esperienza televisiva di Stasera casa Mika. Visto il successo il conduttore e gli autori stanno preparando la seconda stagione che andrà in onda su Raidue a novembre per quattro serate. Ci saranno delle novità come per esempio «una minifiction, scritta da Ivan Cotroneo (tra gli autori del programma, ndr), che influenzerà quello che succede nello show e viceversa. «Se la minifiction funzionasse, l’idea è di svilupparla come progetto indipendente», spiega il cantante. «Oggi la sfida è mescolare fiction e varietà. All’inizio ci siamo spaventati, ma questo show è un laboratorio di idee dove si sperimenta qualcosa che rimarrà in futuro. È bello sognare anche da grande».

Mika sta anche lavorando al nuovo album: «Sono a metà del lavoro, sarà tutto al pianoforte – spiega – non sarà un album triste (sottolinea sorridendo), ma avrà un sound super pop, pieno di follia e fantasia». Appunto, alla Mika. L’argomento musicale porta a parlare del prossimo Sanremo (girano voci che il padrone di Casa Mika potrebbe affiancare Pippo Baudo): «Sarebbe un onore, ma non sono un conduttore. Non lo farò». Peccato poteva essere un bell’esperimento. Vedremo dai vertici Rai su chi punteranno. Mika non ha dubbi nemmeno sui talent, dopo essere stato tre volte giudice a X-Factor «non farò più talent», rivela, «mi sono divertito, ora però devo guardare avanti».

L’occasione per Mika è anche di parlare del Mika persona oltre all’artista. Magicamente davanti a centinaia di ragazzi riesce ad aprire il cuore. E così racconta dei suoi 13 anni, di quando era grasso e basso «e non riuscivo a correre, mi faceva male tra le gambe», ride. «Poi, d’improvviso, mi sono scoperto alto e magro. È stato scioccante». E ancor di più quando dalla Francia si è dovuto trasferire con la famiglia a Londra, dopo che il padre era stato preso in ostaggio nell’ambasciata americana durante la guerra del Golfo: «È tornato a casa completamente cambiato», racconta. «Ci siamo dovuti trasferire in Inghilterra. Io ho avuto problemi a scuola, a causa della dislessia, ma per fortuna c’era la musica a salvarmi». Mika si racconta a ruota libera, come se fosse davanti a uno psicoanalista. «Durante l’adolescenziale», prosegue, «ho dovuto affrontare  la mia identità sessuale. E anche in questo caso la musica e le parole sono state importanti perché potevo crearmi un’identità al di fuori degli guardi esterni e della mia famiglia». Una famiglia «severa, che però è riuscita a trasmettermi amore», sottolinea. Con una nonna «molto cattiva che oggi però  per fortuna si è calmata».

Leggi Anche

A Caserta il 6 e 7 ottobre la Calabria di Paola Emanuele a Ragazza ...

A Caserta il 6 e 7 ottobre la Calabria di Paola Emanuele a Ragazza …

Pubblicato il 22 settembre 2017 alle 20:00 – di Redazione E’ stata un’estate positiva per …