giovedì , dicembre 13 2018
Home / Tecnologia / Mercedes, il futuro è green: le novità ibrido-diesel e idrogeno
Mercedes, il futuro è green: le novità ibrido-diesel e idrogeno

Mercedes, il futuro è green: le novità ibrido-diesel e idrogeno

EQC, svelato il primo Suv elettrico di Mercedes

Mercedes-Benz accelera sulla strada verso l’elettrificazione. Entro il 2022, infatti, per l’intero portfolio di Mercedes-Benz  è prevista una variante a zero emissioni.

Questo significa che l’azienda introdurrà diversi modelli elettrificati in ogni segmento, dalle piccole smart ai grandi SUV. In programma ci sono ben più di 130 varianti elettrificate, dai modelli a 48 V EQ Boost fino a un’ampia scelta di vetture ibride plug-in EQ Power a trazione puramente elettrica. L’offensiva elettrica nel settore autovetture porta il nome del nuovo marchio di tecnologie e prodotti EQ. EQ significa “Electric Intelligence” e si fonda sui due valori centrali di Mercedes-Benz: emozione e intelligenza.

I primi nuovi modelli ibridi plug-in di terza generazione con marchio EQ Power, sono già in consegna verso i primi clienti. Per cominciare, Mercedes-Benz punta su Classe C, Classe E e Classe S. Nei modelli ibridi, la batteria da 13,5 kWh è abbinata a un motore a benzina oppure, per la prima volta, a un diesel.

Inoltre, per la prima volta in assoluto, la tecnologia ibrida-plug si abbina alla cella a combustibile a bordo del nuovo Mercedes-Benz GLC F-CELL:  oltre alle batterie al litio e ai motori elettrici, ha a bordo un sistema di alimentazione a idrogeno con celle a combustibile.  Dagli scarichi  esce soltanto vapore acqueo e le emissioni inquinanti rimangono a livello zero.  In Germania ci saranno presto 100 stazioni di rifornimento di idrogeno ed entro il 2023 ne sono programmate altre 400.

Con il debutto internazionale della Mercedes-Benz EQC (consumo di energia combinato: 22,2 kWh/100 km; emissioni di CO2 combinate: 0 g/km, dati provvisori) qualche settimana fa Mercedes ha presentato la capostipite del suo nuovo marchio EQ. Entro il 2022 entreranno a far parte della gamma di vetture EQ altri modelli elettrici a batteria. Smart, sul fronte della mobilità elettrica, punta ad essere il primo marchio automobilistico a compiere la svolta dal motore a combustione interna alla trazione elettrica. Dal 2017 i suoi modelli circolano negli USA, in Canada e in Norvegia esclusivamente con motore elettrico, e dal 2020 sarà lo stesso anche nel resto d’Europa.

A tutto ciò si aggiunge la tecnologia EQ Boost, ovvero l’elettrificazione dei moderni motori a combustione interna con l’integrazione di una rete di bordo a 48 V. A seconda della motorizzazione, l’alternatore-starter, integrato o azionato a cinghia, svolge le funzioni dei sistemi ibridi come boost o recupero di energia, consentendo un risparmio sui consumi che finora era riservato alla tecnologia ibrida ad alto voltaggio. Oltre alla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, questa tecnologia assicura un miglioramento del comfort e delle prestazioni.

Dietro la sigla EQ si cela il know-how di Mercedes-Benz Cars in materia di trazione elettrica. In occasione della première mondiale della EQC, Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio Direttivo di Daimler AG e responsabile di Mercedes-Benz Cars, ha dichiarato: ”La trazione elettrica rappresenta un elemento essenziale della mobilità futura, per questo nei prossimi anni investiremo oltre dieci miliardi di euro in nuovi prodotti marcati EQ e oltre un miliardo nella produzione di batterie.”

Entro il 2025 le vendite complessive dei modelli elettrici a batteria di Mercedes-Benz Cars dovrebbero attestarsi intorno al 15-25%, a seconda delle preferenze dei clienti e dello sviluppo delle infrastrutture pubbliche.

Leggi Anche

Vodafone, il 5G a Milano è realtà: “Primi in Europa”

Vodafone, il 5G a Milano è realtà: “Primi in Europa”

Il 5G a Milano è praticamente realtà. La sperimentazione di Vodafone nell’area metropolitana, dopo un anno …