Home / Scuola Università e Dintorni / "L’unione che abbiamo perduto. Momenti e forme di nostalgia …
"L'unione che abbiamo perduto. Momenti e forme di nostalgia ...

"L’unione che abbiamo perduto. Momenti e forme di nostalgia …

L’unione che abbiamo perduto. Momenti e forme di nostalgia sovietica” incontro con Gian Piero Piretto.

17 novembre 2017, dalle 17:30

Auditorium di Palazzo del Governatore

Piazza Garibaldi – 43121 Parma

Note: Nell’ambito della rassegna Diciassette. 1917 lanno delle Rivoluzioni, venerdì 17 novembre alle ore 17.30, Gian Piero Piretto, docente di Teatro Russo e Cultura Visuale, dialogherà con Maria Candida Ghidini, docente di Letteratura Russa sul tema “L’unione che abbiamo perduto. Momenti e forme di nostalgia sovietica”.

Dopo la laurea in lingue e letteratura russa all’Università di Torino, Gian Piero Piretto, classe 1952, ha ricoperto incarichi di insegnamento nelle Università di Torino, Bergamo e Parma. Dal 1994 è docente di cultura russa e metodologia della cultura visuale all’Università Statale di Milano. Oltre che traduttore, per vari editori, delle edizioni in lingua italiana di opere di echov (“Tutto il teatro”), Okudþzava (“Arbat mio Arbat”), Popov (“Strane coincidenze”) e Gavrilov (“Alle soglie della vita nuova”), ha firmato importanti studi sulle città russe nella storia della letteratura (“Derelitti, bohemiens e malaffari. Il mito povero di Pietroburgo”, “Da Pietroburgo a Mosca”). Il suo ambito privilegiato di ricerca, nondimeno, è la storia della cultura sovietica: nei suoi saggi attinge a un vasto corpus di apparati iconografici e musicali, con un approccio parimenti attento sia alla propaganda politica nell’età staliniana (“Gli occhi di Stalin”) che alla cultura di massa dell’ex-CCCP (“Il radioso avvenire. Mitologie culturali sovietiche” e “La vita privata degli oggetti sovietici”). Nel 2014 ha curato “Memorie di pietra”, un volume scritto a più mani che prende in esame la monumentalità totalitaria a partire da una serie di casi architettonici.

Il ciclo di incontri proseguirà mercoledì 22 novembre con Angelo dOrsi e sabato 2 dicembre con Paolo Capuzzo, autori di alcune delle novità editoriali più interessanti pubblicate in occasione del centenario.

Durante gli incontri, tutti ad ingresso fino ad esaurimento posti, sarà allestito un bookshop a cura di Mondadori Bookstore Ghiaia.
DICIASSETTE. 1917 LANNO DELLE RIVOLUZIONI è promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma, col patrocinio dellUniversità di Parma e della Regione Emilia-Romagna – Istituto per i beni artistici culturali e naturali è organizzata in collaborazione con: Biblioteche del Comune di Parma, Casa della Musica, Complesso Monumentale della Pilotta, Conservatorio Arrigo Boito, Fondazione Arturo Toscanini, Istituto Storico della Resistenza e dellEtà Contemporanea di Parma, Centro studi movimenti di Parma, Fondazione Teatro Due, Solares – Fondazione delle Arti, Associazione culturale Eliot, Associazione culturale Voglia di leggere, Festa internazionale della storia, Diari di Bordo, LaFeltrinelli e Piccoli Labirinti.

TAG:  Auditorium di Palazzo del Governatore

Inviato da eventipr il 14 nov 2017 alle 12:45

0

voto medio: 0,00 | numero di voti: 0 | numero di commenti: 0

Vota
Segnala come
inappropriato
Commenta
Salva nel tuo
calendario

Leggi Anche

Turismo: 5o mila euro dall'Ente bilaterale della Campania per i ...

Turismo: 5o mila euro dall’Ente bilaterale della Campania per i …

Per i giovani laureati e diplomati della Campania afferenti al mondo del turismo quasi cinquantamila …