mercoledì , settembre 26 2018
Home / Sessuologia ed Altro / Il libro della vagina, una guida senza tabù alla scoperta del sesso …
Il libro della vagina, una guida senza tabù alla scoperta del sesso ...

Il libro della vagina, una guida senza tabù alla scoperta del sesso …

La rivincita della vagina è in atto! Che la cosa piaccia o no, negli ultimi anni il tabù sta crollando e il misterioso organo femminile è sempre più presente: nelle serie tv (pensate alle rivoluzionarie storie di Girls e di Broad City), nei video musicali (il recente PYNK di Janelle Monàe), nella musica (poche le allusioni nei testi di Azealia Banks o Nicki Minaj) e nei libri.

Fonte si fascinazione, scandalo, ma anche di tanta tanta confusione, la vagina è protagonista dell’opera divulgativa di due giovani norvegesi studiose di medicina, Nina Brochmann e Ellen Støkken, che dopo il successo del loro blog Underlivet (dedicato alla salute della zona genitale) hanno deciso di scrivere Il libro della vagina. Meraviglie e misteri del sesso femminile (Sonzogno).

Sonzogno

Il libro è dedicato alle donne che vogliono imparare di più sul loro corpo, per compiere delle scelte intelligenti. In 300 pagine le due dottoresse riescono a sfatare i grandi miti, come quello sull’integrità dell’imene e sui rischi della contraccezione ormonale, e fanno chiarezza su temi pochi chiari che confondono e spaventano le donne.

Leggere queste pagine è importante per conquistare una maggiore consapevolezza, per liberarsi dai pensieri negativi a proposito della propria vita sessuale e per imparare ad apprezzare il proprio corpo. Il libro, consigliato anche agli uomini, è suddiviso in cinque parti in cui – con un tono a volte davvero divertente che alleggerisce i temi più seriosi – si parla dell’anatomia, delle mestruazioni, dell’orgasmo, della contraccezione e della prevenzione delle malattie. Il libro della vagina è una guida sul corpo femminile che abbatte i tabù e i sensi di colpa, è un libro delle risposte che rende le donne più serene e consapevoli.

I misteri della vagina sono stati svelati
HDunsplash

Tutte abbiamo avuto un’amica fortemente confusa sulla propria anatomia genitale, quella convinta di avere un “unico canale di uscita” capace di compiere più mansioni contemporaneamente. Una sorta di buco multitasking. L’ignoranza sul tema è molto comune, l’area genitale è misteriosa perché, oltre alla vulva protagonista dell’Origine du Monde di Gustave Courbet, c’è una parte interna a molti sconosciuta, ed è lei: la vagina, un tubo muscolare lungo fino all’utero.

Leggendo il libro si scoprono poi altri tesori nascosti – la cervice, l’endometrio, le ovaie e l’utero -, si sfiora la magia del clitoride (che ha il doppio delle terminazioni nervose del pene) e del fantomatico Punto G, si sfata il mito dell’imene e del test di verginità e si scopre che anche i peli contribuiscono alla sensibilità sessuale.

La ruota infinita del ciclo mestruale
HDunsplash

Altro errore che si scopre di compiere praticamente ogni mese è quello di considerare ciclo soltanto la settimana del flusso, mentre in realtà indica il periodo tra il primo e il 28esimo giorno. Tra le cose da precisare sull’argomento, la più importante è che durante il mestruo si può fare tutto! Dunque potete zittire la nonna che vi ha sempre detto di non fare il bagno o di non toccare le piante per non farle appassire. Grazie ai prodotti per l’igiene intima, oggi si può vivere una vita normalissima, basta scegliere tra comodi assorbenti, tamponi o coppette.

Nessuna preoccupazione se spesso trovate delle perdite bianche sulle vostre mutandine. Ogni giorno scivolano fuori secrezioni vaginali, perdite normali e indispensabili perchè garantiscono alla vagina di pulirsi da sola. Le secrezioni la rendono linda, la risciacquano da ospiti indesiderati come i funghi e i batteri, contengono i lattobacilli che mantengono un pH basso (fondamentale per il benessere della vagina) e lubrificano le mucose.

Miss V. e il sesso
HDunsplash

Chi ha seguito la serie tv Girls di Lena Dunham sa bene quanto abbia rivoluzionato l’immagine del sesso (soprattutto quello femminile) in tv. Il sesso normale della protagonista ha mostrato la realtà, fatta di mosse maldestre e momenti imbarazzanti. Le due autrici del libro affrontano parecchi aspetti legati al tema, dall’influenza che il tipo di relazione di coppia può avere sulla quantità di sesso svolta, alla differenza tra desiderio naturale e desiderio reattivo, fino al (recente) riconoscimento dell’importanza dell’orgasmo femminile.

Prima dell’Illuminismo si pensava che la donna dovesse avere un orgasmo per rimanere incinta.

Piccola guida alla contraccezione
HDunsplash

La contraccezione non è una scoperta recente (già quattromila anni fa, nell’antica Grecia, le donne inserivano una miscela di miele e foglie in vagina, come un piccolo diaframma), oggi però disponiamo di metodi più sofisticati. La contraccezione è in continua evoluzione e, per compiere una scelta autonoma e consapevole, bisogna conoscere le diverse tipologie in commercio.

La contraccezione può essere ormonale e senza ormoni: la prima contiene una dose bassa degli stessi ormoni prodotti dalle ovaie, il progesterone, e in alcuni casi può essere combinata anche all’estrogeno. A questa tipologia fanno parte la pillola, l’anello e il cerotto. Scegliere una cura ormonale può causare degli effetti collaterali, alcuni comuni come la nausea e le macchie alla pelle, altri più rari come la trombosi. Se si preferisce una contraccezione senza ormoni allora bisognerà munirsi di preservativi o della spirale di rame.

Troppo spesso però vengono ignorati i benefici della contraccezione ormonale. Questa infatti riduce i dolori mestruali, protegge dalle infezioni ginecologiche, è una medicina contro l’endometriosi e la sindrome dell’ovaio policistico e riduce la probabilità di tumori al seno benigni.

Problemi là sotto
HDunsplash

I problemi ginecologici sono capaci di mandare ai matti le donne, di caricarle di ansia e paura. Per questo è bene chiudere la finestra di Google e smettere di cercare i sintomi senza un criterio. Nell’ultimo capitolo del libro vengono elencati tutti i disturbi in cui una donna potrebbe imbattersi durante la sua vita.

Sono descritti i più frequenti, che molte donne hanno già sperimentato, come i dolori mestruali, le infezioni da funghi (la Candida), la vaginosi batterica o la cistite. Altri disturbi sono invece più rischiosi perché causati da malattie sessualmente trasmissibili come la clamidia o l’herpes.

Il viaggio si conclude con un accenno alla chirurgia intima, ovvero il rimodellamento degli organi sessuali esterni. Sono interventi che negli ultimi anni hanno registrato un enorme incremento. I ritocchi non hanno più limiti, e dal pompare le labbra si è passati ad accorciare le labbra vaginali per rendere la vulva più carina.

La bellezza ha un prezzo, si sa, e in questo caso è quello di rinunciare a un maggiore piacere sessuale: le piccole labbra sono infatti piene di terminazioni nervose, accorciandole si rimuove una parte sensibile dell’apparato genitale. Ne vale davvero la pena?

Leggi Anche

Quinta edizione della Settimana del Benessere Sessuale - Sanihelp.it

Quinta edizione della Settimana del Benessere Sessuale – Sanihelp.it

Iniziative Dal primo al 6 ottobre, un calendario fitto di consulenze gratuite, conferenze, seminari e …