Home / Sessuologia ed Altro / Il caso – Sesso coi profughi, donna 55enne: “Mi è piaciuto, lo rifarei” – L’Altomilanese
Il caso – Sesso coi profughi, donna 55enne: “Mi è piaciuto, lo rifarei” - L'Altomilanese

Il caso – Sesso coi profughi, donna 55enne: “Mi è piaciuto, lo rifarei” – L’Altomilanese

Aveva fatto scandalo, a Magenta, nel Milanese, la storia di alcune donne 50enni, le quali erano state ‘accusate’ di aver pagato giovani nordafricani – profughi ospitati nell’ex pensionato cittadino ‘La Vincenziana’ – in cambio di prestazioni sessuali. Oggi una di loro si confida in esclusiva con Libera Stampa l’Altomilanese: “Sì, è vero. L’ho fatto e lo rifarei ancora. Ma non ho mai pagato”

20 MARZO 2017

di Redazione

MAGENTA (MILANO) – “Sesso? Certo che sì! Ma che sia chiaro che io non ho mai pagato nessuno per farlo. Le sembro il tipo?”. Non è certo timida Anna (il nome, ovviamente, è di fantasia), la donna di Magenta, cittadina dell’hinterland milanese, che ha accettato di raccontare le sue esperienza sessuali, ma non solo, con un profugo della ‘Vincenziana’. Ha 55 anni, ben vestita, truccata e pettinata: una signora elegante con un bel sorriso e una parlantina molto sciolta. Dopo una serie di contatti attraverso una chat e una serie di messaggi telefonici, finalmente acconsente a fissare un incontro. L’appuntamento è nel parcheggio di un centro commerciale. Una stretta di mano e poi si sale in macchina per una chiacchierata informale, che diventa un’intervista.

Allora, Anna, è vero che ha fatto sesso con i ragazzi della Vincenziana?

“Quello che deve essere chiaro è che io non ho mai pagato nessuno degli ospiti della Vincenziana per fare sesso. Non sono ancora ridotta cosi male”.

La storia delle donne magentine che fanno sesso con i giovani migranti ha destato scalpore, lo sa?

“Mi fanno ridere quelli che si scandalizzano: non siamo più nel Medioevo. Se due si piacciono che male c’è a finire a letto insieme?”

Per carità, non è mica un reato: però, almeno in teoria, è vietato entrare alla ‘Vincenziana’ per chi non vive lì o non è autorizzato dalla cooperativa che gestisce la struttura. E dunque, come ha fatto?

“Ma chi ha detto che ho fatto sesso alla ‘Vincenziana’?”

Ci racconta bene com’è andata?

“All’inizio dell’estate scorsa ho conosciuto in un bar di Magenta un ragazzo che vive alla ‘Vincenziana’. Abbiamo bevuto un paio di drink, ci siamo trovati simpatici e ci siamo scambiati i numeri di telefono”.

Come si chiama il ragazzo?

“Per carità, niente nomi. Non voglio creargli guai: è un’ottima persona e se perdesse la possibilità di ottenere asilo per colpa mia non potrei mai perdonarmelo”.

Ci dice almeno l’età?

“Ha meno di trent’anni: di più non dico”.

Dopo averlo conosciuto al bar cosa è successo?

“Ci siamo sentiti per telefono e con i messaggi, poi siamo usciti una sera a cena. E c’è stato pure il dopocena”.

Insomma, non avete perso tempo?

“Glielo ripeto: siamo maggiorenni e consenzienti. Che male c’è se facciamo sesso? Dobbiamo chiedere il permesso al sindaco?”

No, per carità: ma dove siete andati a consumare la vostra passione?

“I posti sono tanti: al chiuso e all’aperto. Quello che torno a dire è che non lo abbiamo fatto alla ‘Vincenziana’”.

Quindi lei non è mai entrata nella struttura?

“Non ho detto questo ma confermo che non abbiamo mai fatto sesso lì dentro”.

Quanto è andata avanti questa storia?

“Un paio di mesi”.

Poi cosa è successo?

“E’ successo quello che capita a tante coppie: ci siamo stancati”.

Non eravate innamorati?

“Innamorati? Non esageriamo. Stavamo bene insieme, questo sì, ma la scintilla dell’innamoramento non è scattata”.

Non era imbarazzante uscire con un uomo che ha la metà della sua età e per giunta di colore?

“Imbarazzata? E perché? Glielo ripeto: non siamo ai tempi dell’Inquisizione. Ognuno, nella sua intimità, si comporta come vuole”.

Se tornasse indietro, rifarebbe quello che ha fatto?

“Non solo lo rifarei, ma se mi ricapitasse l’occasione, la prenderei al volo”.

Lei è sposata o fidanzata?

“Si faccia i fatti suoi: questo non le deve interessare”.

Leggi Anche

Il contadino sconcertato: "Quell'uomo faceva sesso con la mia scrofa"

Il contadino sconcertato: "Quell’uomo faceva sesso con la mia scrofa"

David Chavez e la scrofa David Chavez, di Hendersonville, nella Carolina del Nord (Usa), è …