Home / Sessuologia ed Altro / "Il bacio al pavimento, il cilicio sulla carne, le fruste, il sesso: i miei …
"Il bacio al pavimento, il cilicio sulla carne, le fruste, il sesso: i miei ...

"Il bacio al pavimento, il cilicio sulla carne, le fruste, il sesso: i miei …

Trent’anni dentro l’Opus Dei in Spagna tra divieti e mortificazioni fisiche atroci. A raccontarli è Antonio Esquivias, 60 anni, che sull’edizione spagnola di Vice racconta come e perché ha deciso di uscire dall’istituzione cattolica fondata nel 1928 da Josemaría Escrivá. Oggi è sposato con la musulmana Amina, ha una figlia naturale e tre avuti precedentemente dalla compagna e non rimpiange praticamente nulla della sua vita passata. Una vita di privazioni e rigore estremo, psicologico e corporale. 

La giornata – Esquivias entra nell’Opus Dei a 16 anni, da numerario. A quell’epoca, nell’ultima Spagna franchista, l’Opus Dei era la frangia più progressista della chiesa spagnola e nessuno lo aveva avvertito di come avrebbe vissuto. “Mi alzavo presto, poco dopo le sei e mezza (…). Subito dopo veniva la prima offerta del giorno: baciare il pavimento e recitare Serviam!, che significa Servirò, rivolto sia a Dio che all’Opus Dei”. Quindi doccia gelata, mezzora di preghiera riservata ai numerari, funzione, colazione. “Dalle nove all’una mi dedicavo allo studio, interrompendomi soltanto per la preghiera dell’Angelus di mezzogiorno. Dopo venivano un quarto d’ora di letture spirituali, il pranzo e le preghiere del pomeriggio”. Fino alle 21.30 andava a studiare alla Facoltà di Ingegneria agraria, tornava nella residenza, cenava, esame di coscienza, tre Ave Maria della purezza e a letto. Così, ogni giorno. 

Le mortificazioni – Poi c’erano le piccole mortificazioni quotidiane: dettagli, per “desensibilizzare le necessità di base”, come togliere zucchero al caffè, piaceri a cui rinunciare o “comodità” come l’appoggiare la schiena allo schienale. E poi le mortificazioni corporali, dolorosissime: “Per due ore al giorno bisognava fare il cilicio, una cinghia di metallo provvista di punte da utilizzare sulla coscia, e una volta a settimana si passava alla disciplina: una frusta di corda intrecciata per la schiena”. Una volta a settimana gli uomini dormivano per terra, mentre le donne dormivano tutte le notti su una tavola di legno.

Controllo totale – L’aspetto forse più devastante sul lungo periodo è quello psicologico: “Nell’Opus Dei il controllo è totale e su tutti gli aspetti della vita, da quello più quotidiano a quello più intimo o personale”. Ogni azione compiuta deve essere segnalata ai superiori, così come per ogni lettura occorreva chiedere l’autorizzazione: “Io mi trovai a chiedere il permesso per leggere un libro di Ratzinger, che poi sarebbe diventato Papa, perché era considerato un testo che si allontanava dalla dottrina dell’Opus”.

Il sesso e la purezza – Ovviamente, il controllo e l’autocontrollo sulla sessualità sono pilastri di questo stile di vita. “Si usa il termine purezza, qualunque cosa può essere impura, soprattutto tra i membri numerari che non si sposano. C’era un tema ricorrente, il controllo dello sguardo, che in termini molto semplici indicava l’approccio visivo alle donne quando si era per strada. Io mi ero abituato a non spostare lo sguardo dai piedi”. Il risultato per Esquivias è stato quello di soffocare la sessualità: “Il mio primo contatto col sesso è avvenuto a 44 anni, quando ero già uscito dall’Opus, e la mia prima masturbazione è arrivata anche più tardi, perché era una cosa che avevo demonizzato per troppo tempo”. Tutto questo rigore e libertà violata hanno portato il numerario a protestare sempre più apertamente, fino a farlo oggetto di mobbing. “Ero stato direttore delle residenze universitarie, mi vedevo senza futuro: mi avevano allontanato da ogni possibile attività, lasciato solo. Entrai in depressione e decisi di lasciare l’Opus. Non mi importava di cosa sarebbe successo dopo”.

Leggi Anche

Nella Silicon Valley c'è molta strada da fare sulla diversità…

Nella Silicon Valley c’è molta strada da fare sulla diversità…

Gli uomini dominano la forza lavoro delle start up della Silicon Valley in misura ancor …