mercoledì , luglio 24 2019
Home / Scuola Università e Dintorni / Giovani e politica: dall’Università al territorio
Giovani e politica: dall'Università al territorio

Giovani e politica: dall’Università al territorio

«Siamo speranzosi sui risultati che potranno scaturire dall’esame delle problematiche che i nostri giovani porteranno all’attenzione dei politici»

 

MORANO – “Giovani e politica: dall’Università al territorio” è il tema di un importante convegno patrocinato dall’Amministrazione comunale e promosso de un gruppo di giovani moranesi. L’evento, in programma per domani, domenica 7 aprile, alle ore 18, all’auditorium “Massimo Troisi”, si pone come «elemento di novità nel dibattito locale, in un periodo – così spiega il sindaco Nicolò De Bartolo – di totale disaffezione delle nuove generazioni verso la politica». «Apprezziamo lo sforzo di questi ragazzi, alla guida dei quali troviamo il dottor Mario Donadio, già noto per il suo impegno nel mondo studentesco al servizio di cause comuni, tutti validi esponenti della nostra comunità i quali, con atto coraggioso e originale, provano a far dialogare in un confronto libero e spontaneo le emergenze umane e i rappresentanti istituzionali ai massimi livelli». Siederanno allo stesso tavolo personalità provenienti dalla Regione Calabria e dai parlamenti nazionale ed europeo. Per un giorno l’antico borgo del Pollino sarà centro d’idee e catalizzatore di proposte finalizzate allo sviluppo socioeconomico e culturale del meridione e della nostra area in particolare. Il nutrito parterre di ospiti e relatori, amministratori municipali, membri di sodalizi professionali e studenteschi, garantisce un elevato livello qualitativo dei lavori, sia in fase di analisi che di sintesi. Insomma, un tuffo nella complessa realtà del terzo millennio alla luce dei compositi processi formativi, appena terminati o ancora in corso. «Siamo speranzosi – afferma ancora il sindaco De Bartolo – sui risultati che potranno scaturire dall’esame delle problematiche che i nostri giovani porteranno all’attenzione dei politici invitati. Siamo, anzi, sicuri che gli interlocutori istituzionali, ognuno per le proprie competenze, sapranno tradurre in azioni concrete le soluzioni che emergeranno dal dibattito. Ci piacerebbe, per questi motivi e per le potenzialità che la convention racchiude, poter contare sulla presenza di tanta gente in sala e soprattutto di molti giovani, che avranno l’occasione di esprimere senza filtri e/o condizionamenti le singole opinioni su argomenti di stringente attualità e ipotizzare percorsi risolutivi alle molte questioni aperte della nostra quotidianità. Per tutti una circostanza favorevole per manifestare il proprio pensiero».

Leggi Anche

"Faccia a faccia" con la polizia, si valuta l'idea di far arrivare "Scuole ...

"Faccia a faccia" con la polizia, si valuta l’idea di far arrivare "Scuole …

“Faccia a faccia” con la polizia di Stato per contrastare mentalità mafiose e rafforzare la cultura …