lunedì , settembre 24 2018
Home / Film e Dintorni / Giffoni Experience 2018, ecco tutte le novità della 48esima edizione
Giffoni Experience 2018, ecco tutte le novità della 48esima edizione

Giffoni Experience 2018, ecco tutte le novità della 48esima edizione

Giffoni Experience 2018, tante le novità previste per la nuova edizione, a partire da un tema che avrà una valenza triennale

Giffoni Experience 2018/2020, una diretta Facebook per descrivere tutte le novità del prossimo triennio: Gubitosi le presenta in data odierna dagli uffici della Cittadella del Cinema di Giffoni Valle Piana. “Ci incontriamo, oggi, per iniziare un nuovo percorso dando vita a un modo innovativo di comunicare – ha affermato rivolgendosi ai numerosi utenti connessi –  e dai nostri uffici vogliamo aggiornarvi, di volta in volta, su tutto quello che succede qui. Quest’anno segna l’inizio del nuovo festival che deve necessariamente abbandonare schemi e impostazioni delle edizioni precedenti. Sono ancora in pochi a conoscere le progettualità previste per il 2020. Siamo molto felici di esser identificati in Italia come un valido osservatorio sul mondo adolescenziale. Questo si concretizza nella collaborazione con “Telefono Azzurro” in un progetto importantissimo riguardante la violenza di genere”.

Gubitosi parla al pubblico della riflessione dovuta su tutto il percorso del festival fino alla nascita dell’Experience. “E’ difficile esprimere in maniera schematica chi siamo e cosa facciamo. Per immaginare il percorso che vogliamo portare avanti, però, dobbiamo partire dalla nostra storia”. A chi domanda perché si guardi ad un progetto triennale, il direttore risponde con entusiasmo. “E’ uno degli sforzi a mio parere più intensi mai fatti sul piano creativo, gestionale e organizzativo. Questa è una scommessa e anche una prova per noi. Nel 2020 Giffoni compie 50 anni, per questo vogliamo una continuità tematica fino ad allora che si baserà sulla difesa dell’ambiente”.

“Saranno tre i momenti legati alla tutela e alla salvaguardia del nostro ambiente. Nel 2018 partiamo con l’acqua, perché sappiamo tutti che senza questo elemento è impossibile la vita. Nel 2019 la protagonista sarà l’aria mentre nel 2020 parleremo della Terra”. Non a caso, la locandina della 48esima edizione del Festival rappresenta una ninfa arrabbiata e preoccupata per l’inquinamento dell’acqua in cui vive. L’opera è di Luca Apolito e Chiara Pepe. Alla fine di quest’edizione saranno presentate le immagini del 2019 e 2020

Fra le novità figura quella della creazione del Museo sulla storia e l’idea di Giffoni, dove pubblicazioni e video ne ripercorrono i passi nel tempo. Fra gli obiettivi anche il mondo del lavoro a portata dei giovani: Giffoni vuole mettersi al servizio dei creativi, dei tecnici e degli innovatori che poteranno progetti interessanti e importanti. A questo proposito, Gubitosi rilancia e annuncia che nel 2020/21, Giffoni diventerà una Fondazione

La giuria e tutte le novità

Sono state aumentate le possibilità per i ragazzi di essere in giuria e sono stati raddoppiati gli sforzi per chiudere le procedure di iscrizione due mesi prima rispetto all’anno scorso. Si parlerà quindi di 5002 giurati. Per la categoria Elements +3, il programma sarà esteso a tutta la durata dell’evento, passando da 5 a 9 giorni di attività. Sempre per gli Elements, dopo le selezioni tramite click day e contest, si passerà a sorteggi il 10 e 11 marzo, mentre il 14 saranno inviate le lettere ufficiali ai giurati Generator +13 +16 e +18.

Per quanto riguarda le Masterclass, le iscrizioni si concluderanno il 15 aprile. I ragazzi potranno candidarsi a più masterclass ma sceglierne soltanto una per l’iscrizione. Si parla, inoltre, dell’apertura di un campeggio a due passi dalla Cittadella del Cinema e dalla Giffoni Multimedia Valley, con più di 200 posti dove sistemarsi durante il festival per affrontare il problema dell’ospitalità poiché le richieste sono tantissime

Per quanto riguarda gli ospiti, Gubitosi assicura che il team è sempre alla ricerca delle migliori personalità della tv, del cinema e dell’arte in generale. Fra le novità però c’è anche l’estensione del bacino anche a studiosi, divulgatori, politici, rappresentanti delle istituzioni, medici, scienziati, scrittori, giornalisti, ricercatori, artisti e sportivi. I film scelti quest’anno sono quasi 200 con tante nuove anteprime. Presentato inoltre anche un progetto al Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca e al Ministero dei Beni e delle attività culturali e del Turismo, “A scuola di cinema con Giffoni Experience” che sarà in 14 città di 10 regioni italiane per formare docenti e studenti. Il settore “Giffoni Scuola” seguirà quindi passo passo le necessità degli istituti scolastici, dalla formazione alla ricerca di film che possono essere discussi in classe. Tra le novità anche un legame con le più importanti case di distribuzione cinematografica. Giffoni quindi punta a seguire tutto l’anno il lavoro delle società, come la 20th Fox, la Eagle Pictures e la Universal Pictures.

E’ in corso il trasferimento nella Multimedia Valley che sarà la sede definitiva dell’evento entro il 2020. La 48esima edizione si aspetta quindi almeno 250mila presenze.

 

 

 

 

Leggi Anche

“Una storia senza nome”: il giallo di Andò tra Caravaggio e mafia

“Una storia senza nome”: il giallo di Andò tra Caravaggio e mafia

Giudizio dell’autore:  Un film nel film dove si mescolano arte, cinema e politica: questa, in …