mercoledì , giugno 26 2019
Home / Tecnologia / Dal CES 2019 tutte le novità hi-tech della Fiera dell’Elettronica
Dal CES 2019 tutte le novità hi-tech della Fiera dell’Elettronica

Dal CES 2019 tutte le novità hi-tech della Fiera dell’Elettronica

Al CES 2019, la più grande fiera dell’elettronica di consumo organizzata a Las Vegas, anche per quest’anno, come nell’edizione 2018, grande spazio è stato dato a smart TV che integrano tecnologia 4K e 8, a PC, sistemi domotici, dispositivi innovativi per la cura e il benessere della persona e tecnologia automotive. Una grande vetrina espositiva per note aziende e startup, che hanno presentato nuove soluzioni per rispondere alle esigenze della vita quotidiana, ma anche curiosi gadget hi-tech di ogni genere.

L’edizione CES 2019 ha visto la partecipazione di oltre 182.000 visitatori provenienti da 150 paesi, 4.500 aziende espositrici, 1.000 speakers e 25 categorie di prodotti in mostra.

Al CES 2019, il Consumer Electronics Show, hanno suscitato grande interesse le nuove televisioni di ultima generazione composti da schermi OLED, che offrono la massima qualità video e sistemi audio che restituiscono suoni altamente realistici. Non solo, i modelli presentati da grandi marchi sono molto sottili, di design e alcuni sono anche flessibili e possono essere arrotolati meccanicamente, in modo scomparire in un supporto e non togliere spazio all’ambiente living o alla camera da letto.

Altra protagonista indiscussa del CES 2019 è stata la domotica, numerose aziende, tra cui diverse startup italiane, hanno presentato, infatti, dispositivi in grado di rendere le abitazioni facilmente connesse e smart, anche senza modifiche agli impianti, ma sfruttando solo i sistemi Wi-Fi e Blueetooth. I nuovi sistemi domotici permettono di salvaguardare la sicurezza della casa e delle persone che vi abitano, integrare sensori per la rilevazione di fumo/incendi, inquinamento, perdite di gas, qualità dell’aria, umidità interna, intrusioni esterne, movimenti interni ed esterni all’abitazione, consumi elettrici e molto altro.

Inoltre, i moderni device, collegati via Wi-Fi agli elettrodomestici della casa, grazie alla combinazione tra Internet of Things e Intelligenza Artificiale, danno la possibilità di controllare, gestire, spegnere, accendere e comunicare con ogni dispositivo anche da remoto, semplicemente utilizzando lo smartphone e le applicazioni mobile dedicate.
Se fino a qualche anno fa trasformare un’abitazione in una casa connessa sembrava appannaggio di pochi e prevedeva interventi strutturali o l’adattamento delle apparecchiature elettriche, oggi diventa sempre più semplice, non servono modifiche in casa e i costi sono accessibili.

A tutto questo oggi si aggiunge anche la possibilità di comunicare con i vari dispositivi attraverso gli assistenti vocali di Google, Amazon ed Apple, che in breve tempo stanno già entrando in tutte le case e si stanno trasformando in un prezioso supporto alle azioni di ogni giorno.

Come dimostrato dalle aziende presenti al CES 2019, l’intelligenza artificiale entra nel quotidiano e viene utilizzata persino nei piccoli dispositivi per la cura della casa come i robot per le pulizie e della persona come innovativi rasoi elettrici, per garantire la massima personalizzazione del servizio, memorizzare le abitudini e i comportamenti del consumatore e rispondere ad ogni necessità.

Tra le soluzioni più in voga anche dispositivi per monitorare il proprio stato di salute in qualunque momento e in completa autonomia, ci sono persino prodotti che consentono di avere il monitoraggio di elettrocardiogramma (ECG), frequenza cardiaca e temperatura corporea e avere i propri dati a portata di mano e trasferirli al proprio medico, sempre mantenendo il pieno controllo sulla propria privacy.

Sul mercato le aziende hanno lanciato numerosi smartwatch che tracciano dati sulla propria salute e sulle performance delle attività di fitness svolte e possono arrivare a rilevare i progressi dell’attività in mare fino a 50 metri di profondità.

Al CES 2019 è stato inoltre possibile ammirare anche PC e notebook all’avanguardia ultra-sottili, leggeri e altamente performanti; smartphone con funzionalità avanzate e fotocamere di alto livello ma a prezzi competitivi; elettrodomestici che garantiscono elevate prestazioni per famiglie numerose, abbattono i consumi, dimezzano i tempi di cottura e comunicano con noi attraverso App e assistenti virtuali.

Il CES 2019 è stato un ottimo trampolino di lancio per centinaia di startup che hanno avuto la possibilità di mostrare al grande pubblico le loro soluzioni e proposte innovative. Alle 44 startup italiane presenti a Las Vegas, che si sono distinte per innovazione tecnologica di prodotto e di processo, è stato dedicato un intero padiglione. Per il secondo anno consecutivo l’Italia ha quindi potuto dare risalto alle giovani e promettenti realtà imprenditoriali grazie alla cooperazione tra TILT, un generatore e acceleratore di startup nato da Teorema Engineering e Area Science Park di Trieste, e ICE (Istituto del Commercio Estero). Le startup Made in Italy hanno presentato interessanti dispositivi hi-tech, spaziando negli ambiti food, salute, benessere, smart city, robotica, smart home, e-payment e molto altro.

Clicca per vedere full screen le novità del CES 2019

 

Wearable Health Sensor Platform 2.0 di Maxim è una piattaforma indossabile da polso per il monitoraggio di elettrocardiogramma (ECG), frequenza cardiaca e temperatura corporea. I dati possono essere archiviati sulla piattaforma per la valutazione del paziente o trasmessi in streaming su un PC per l’analisi successiva. Le
misure dei dati raccolte da HSP 2.0 possono essere di proprietà di chi li indossa, eliminando i problemi di riservatezza dei dati e consentendo agli utenti di condurre la propria analisi. Il sistema include: microcontrollore a basso consumo Darwin per applicazioni indossabili e Internet of Things (IoT), hub per sensori biometrici a basso consumo con algoritmo integrato per il monitoraggio della frequenza cardiaca, soluzione IC integrata e programmabile per la gestione dell’alimentazione in applicazioni indossabili a bassissimo consumo, sensore di temperatura per il corpo umano con precisione di ± 0,1 gradi Celsius, soluzione di front-end analogico (AFE) che include biopotenziale e bioimpedenza (BioZ) a basso consumo a singolo canale per applicazioni indossabili, pulsiossimetro ottico a basso consumo e sensore di frequenza cardiaca per dispositivi indossabili. Prezzo: circa 350 euro. www.maximintegrated.com

Powahome è un sistema di smart home che non necessita di centraline di controllo e che si installa in sole 2 ore senza modifiche all’impianto elettrico esistente. Permette di controllare da remoto interruttori, prese elettriche ed avvolgibili motorizzati, direttamente tramite un’app per smartphone personalizzabile in base alle esigenze dell’utente. Il sistema funziona con la tecnologia WiFi e non necessita di centraline aggiuntive da installare e configurare perché utilizza la rete wireless già
presente per la connessione internet. Si integra con il sistema di controllo vocale Google Home e sarà a breve compatibile anche con Apple Home Kit, Amazon Alexa e i principali sistemi di controllo domotico come IFTTT e SmartThings. www.pawahome.com

CES 2016: le novità

Come scegliere il pc per i figli

Parental Control: tecnologia e sistemi per controllare le attività dei figli su Internet

I nuovi modi di guardare la tv e i video on demand

Leggi Anche

Un dispositivo smart da indossare, che monitora con precisione il cuore per giorni

Un dispositivo smart da indossare, che monitora con precisione il cuore per giorni

I problemi cardiaci e le soluzioni hi-tech per individuarli sono al centro di molte ricerche. …