martedì , agosto 21 2018
Home / Sessuologia ed Altro / Che cosa è successo a Oxfam nello scandalo per abusi sessuali …
Che cosa è successo a Oxfam nello scandalo per abusi sessuali ...

Che cosa è successo a Oxfam nello scandalo per abusi sessuali …

Vuoi saperne di più su Massa Critica ? Ecco la nostra presentazione.

Ti  è piaciuto Massa Critica ? Bene ! Seguici e contribuisci alla comunità. Registrati sul sito e partecipa ai forum

Iscriviti alla nostra newsletter. e al nostro canale Telegram.

Se ti piace il nostro lavoro vai alla nostra pagina su Facebook e clicca su “Like”. Se preferisci puoi anche seguirci via Twitter e via Youtube.

L’ong britannica Oxfam è stata sconvolta da uno scandalo successivo a un’inchiesta pubblicata dal quotidiano Times, che racconta che diversi dipendenti di Oxfam ad Haiti pagarono prostitute in cambio di sesso nel 2011, durante il progetto umanitario successivo al terremoto. Dopo l’inchiesta del Times un secondo reportage dell’Observer ha riportato la testimonianza di un ex dipendente Oxfam nel Ciad che ha raccontato che nel 2006 alcune prostitute furono invitate più volte in una casa dove vivevano membri del gruppo.

Dopo la pubblicazione delle due inchieste, il governo britannico ha chiesto a Oxfam di mostrare leadership morale e consegnare alle autorità tutti i risultati delle indagini interne fatte negli ultimi anni per casi analoghi. In caso contrario il governo avrebbe ipotizzato di sospendere i finanziamenti ad Oxfam, che lo scorso anno sono stati pari a 36 milioni di euro.

Oxfam ha confermato i fatti raccontati delle inchieste del Times e dell’Observer. Le indagini interne avevano portato all’allontanamento del personale coinvolto negli scandali. Oxfam ha anche adottato nuove procedure finalizzate a evitare in futuro comportamenti simili a  quelli accaduti in Ciad e ad Haiti e ha creato un team dedicato a indagare su casi di questo genere, una linea telefonica protetta per le denunce e un nuovo codice di condotta.

Il governo britannico  sostiene che queste misure non verranno considerate sufficienti: per avere di nuovo i finanziamenti dal governo Oxfam dovrà consegnare tutti i risultati delle sue indagini interne alle autorità competenti.

PRESS RELEASE: Oxfam announces resignation of Deputy Chief Executive https://t.co/s7wNu70B60

— Oxfam News Team (@oxfamgbpress) February 12, 2018

Penny Lawrence, la vicedirettrice dell’ong, ha dato le dimissioni prendendosi carico della responsabilità di quanto accaduto.

Penny Lawrence today resigned as Deputy Chief Executive of Oxfam Great Britain. Lawrence said: “I am deeply sad to announce that I have resigned as Deputy Chief Executive of Oxfam Great Britain.

“Over the last few days we have become aware that concerns were raised about the behavior of staff in Chad as well as Haiti that we failed to adequately act upon. It is now clear that these allegations – involving the use of prostitutes and which related to behavior of both the Country Director and members of his team in Chad – were raised before he moved to Haiti.

“As program director at the time, I am ashamed that this happened on my watch and I take full responsibility. “I am desperately sorry for the harm and distress that this has caused to Oxfam’s supporters, the wider development sector and most of all the vulnerable people who trusted us. “It has been such a privilege to work for such an amazing organization that has done and needs to continue to do such good in the world.”

 

Leggi Anche

Asia Argento accusata di violenza sessuale a un 17enne, lo ha ...

Asia Argento accusata di violenza sessuale a un 17enne, lo ha …

Da grande accusatrice ad accusata. L’attrice e regista italiana Asia Argento, tra le prime donne nel …