martedì , marzo 19 2019
Home / Tecnologia / CES 2019: le novità per PC e notebook
CES 2019: le novità per PC e notebook

CES 2019: le novità per PC e notebook

Portatili e nuovi monitor da sogno

NVIDIA le sue carte se l’è giocate l’estate scorsa, durante la GamesCom, ma in questi mesi non è stata con le mani in mano. Mentre preparava il lancio della GeForce RTX 2060, una scheda da 375 euro capace di coniugare le nuove tecnologie NVIDIA con la potenza di una GTX 1070, la regina delle schede video ha lavorato con i produttori per realizzare una valanga di laptop equipaggiati con le nuove GPU Turing RTX. Parliamo di ben 40 modelli tra i quali troviamo anche l’Alienware Legend Area-51M da 17 pollici a 144Hz, con 2070 Max-Q o 2080 Max-Q abbinabili anche a un Core i9-9900K, e i due MSI GS65 Stealth e GS75 Stealth, due portatili compatti e leggeri, entrambi equipaggiati con CPU Intel di ottava generazione, ma differenziati l’uno dall’altro dalle dimensioni che vanno dai 15.6 ai 17 pollici. Entrambi possono però montare fino alla GeForce RTX 2080 Max-Q, senza dubbio capace di sfruttare a pieno schermi IPS che pur accontentandosi del Full HD sono in grado di arrivare a 144Hz. Gli stessi della versione 1080p del Dell G7 che sarà acquistabile anche nel modello 4K, tra l’altro con pannello OLED nella versione da 15 pollici, limitato però a 60Hz. Anche in questo caso si parla di CPU Intel di ottava generazione e anche in questo caso si va dalla 2060 Max-Q fino alla 2080 Max-Q, passando ovviamente per la 2070 Max-Q, che dovrebbero garantire prestazioni eccellenti, nonostante il limiti dettati dalla declinazione mobile delle GPU. Limiti che saranno meno pesanti con l’aumento di titoli con supporto la tecnologia DLSS, l’upscaling 4K delle nuove GPU NVIDIA che è stato ufficializzato anche per l’atteso Anthem. Inoltre NVIDIA sta lavorando alla versione DLSS 2X e sta lavorando anche ai modelli di fascia bassa della serie 2000, anche se questi potrebbero non disporre delle tecnologie RTX, a causa dei limiti prestazionali.

Ma non è il caso di mettere le mani avanti di fronte a una NVIDIA sempre capace di sorprendere, come nel caso dell’annuncio della compatibilità della tecnologia G-Sync con alcuni monitor Freesync. Si parla di appena 12 modelli, tutti capaci di gestire refresh rate variabili, che potrebbero però risultare particolarmente appetibili visto il prezzo inferiore rispetto a quelli dotati di modulo G-Sync. Ma non sono le opzioni budget quelle che hanno attirato l’attenzione sullo showfloor del CES. Tra i monitor più interessanti in arrivo, oltre all’LG 34GK950G che abbiamo potuto provare a dicembre e oltre a diversi laptop con monitor OLED, troviamo il primo monitor Razer, il Raptor, un IPS da 27 pollici che vanta specifiche decisamente buone pur non osando ancora mettere piede nel campo del 4K ad alto refresh. Si accontenta infatti del 1440p, spinto però a 144Hz, con la coperture 95% dello spazio colore DCI-P3 e ben 420 Nits di luminosità. Inoltre sarà disponibile sia in versione Freesync che G-Sync, accontentando un po’ tutti. Tutti, escludendo chi vuole 4K e refresh elevato, finendo di fronte al primo monitor da gioco OLED. A presentarlo è stata Dell e, pur non sapendo ancora il prezzo, possiamo affermare senza alcun dubbio che la compagnia non ha certo pensato ai risparmiatori. Parliamo infatti di un 55 pollici da 120Hz che può contare sul caratteristico design Alienware, impreziosito dall’ormai immancabile illuminazione RGB. Un monitor del genere è destinato a costare parecchio, anche se probabilmente costerà meno di un altro pezzo da 90 che si è fatto notare tra gli innumerevoli annunci di ultra-wide, aggiornamenti di modelli vecchi, esperimenti di design e via dicendo. Parliamo dell’HP Omen X Emperium, una bestia da 65 pollici che combina 4K, 144Hz, soundbar e luci RGB con il mostruoso prezzo di lancio di 5000 dollari. La buona notizia è che sarà disponibile non appena finito il CES, ma dubitiamo che ci sarà la fila per acquistarlo.

Leggi Anche

Renault Clio 2019, i segreti della quinta generazione

Renault Clio 2019, i segreti della quinta generazione

Con 15 milioni di esemplari venduti dal 1990, Renault Clio è il cavallo di battaglia della …