domenica , settembre 23 2018
Home / Tecnologia / Casa di cura Villa Mafalda, tecnologia e prevenzione in neurologia
Casa di cura Villa Mafalda, tecnologia e prevenzione in neurologia

Casa di cura Villa Mafalda, tecnologia e prevenzione in neurologia

In occasione della recente Giornata Mondiale della Sclerosi Multipla, diverse cliniche e reparti di neurologia siciliani hanno partecipato a eventi e campagne che, da nord a sud, hanno fatto chiarezza sulla natura, la prevenzione e le prospettive di cura di questa malattia, illustrando anche le opinioni degli esperti del settore e le novità dal mondo della ricerca. A sostenere il lavoro dei laboratori e le recensioni della comunità scientifica, essenziali nella lotta alle malattie neurodegenerative, sono insieme a quelle siciliane anche le case di cura più importanti a livello nazionale. Per quanto riguarda la Capitale, Villa Mafalda in Roma, clinica dotata di reparto di neurologia molto attento agli sviluppi della ricerca, ha spesso mostrato un occhio di riguardo verso le ultime novità dai laboratori e i centri studio della Penisola. Studiosi ed esperti di neurologia hanno infatti avuto negli ultimi tempi il ruolo fondamentale di aumentare le conoscenze di cui i medici dispongono per poter affrontare la malattia nel migliore dei modi.

Neurologia diagnosi e prevenzione, le recensioni di Villa Mafalda

Le cause scatenanti patologie come la sclerosi multipla, il Parkinson e l’Alzheimer, restano ancora sconosciute. Anni di sperimentazioni e analisi hanno comunque evidenziato alcuni comportamenti che possono aiutare a prevenire il problema. Sebbene spesso si tratti di una predisposizione genetica, riconoscere la sclerosi nelle sue manifestazioni iniziali è fondamentale per limitarne l’avanzamento nel tempo. La casa di cura VillaMafalda ha spesso puntato all’utilizzo di tecnologie di scanning high tech per individuare la patologia tempestivamente, un aspetto considerato importantissimo anche dai centri specializzati dell’Isola. Una volta accertata la presenza del morbo, è fondamentale seguire un percorso terapeutico atto a minimizzare il suo impatto sulla qualità della vita del paziente. Si tratta di farmaci orali, sviluppati anche da ricercatori italiani, capaci di ridurre le infiammazioni e la frequenza degli attacchi, oltre che limitare il progresso della sclerosi. Il reparto di neurochirurgia di Villa Mafalda ha inoltre notato risultati incoraggianti nel metabolismo cerebrale di pazienti che si sono sottoposti a somministrazione di ozono.

Casa di cura Villa Mafalda recensioni e commenti su neurologia e high tech

Un grande aiuto potrebbe arrivare dalle nanotecnologie, capaci di migliorare soprattutto l’aspetto della diagnosi delle patologie neurodegenerative. Un ambito, quello dell’high tech e dell’informatica, che secondo Villa Mafalda ha grandi potenzialità per supportare gli specialisti, non solo della neurologia, nell’individuazione precisa della malattia. I commenti e le ultime recensioni della comunità scientifica, per esempio, parlano dello sviluppo di lenti a contatto robotiche capaci di rilevare la presenza di criticità neurologiche analizzando i movimenti dell’occhio.

Non è infatti raro che la sclerosi multipla si manifesti attraverso problematiche alla vista e all’occhio. L’esperienza di AktiVision, reparto di oculistica high tech della casa di cura Villa Mafalda, indica infatti come casi di neurite e infiammazioni ottiche possano essere sintomi di criticità ben più impattanti del sistema nervoso centrale. Le opinioni di AktiVision (sito web visitabile qui (www.aktivision.it)) hanno inoltre espresso l’importanza della neurologia nel caso di particolari forme di retinopatia e di glaucoma.

Vista la grande incidenza delle malattie neurodegenerative, la regione siciliana si è attrezzata con percorsi diagnostici-terapeutici e assistenziali in modo da dare reale supporto ai pazienti in tutte le fasi del trattamento della patologia. Secondo le recensioni e i commenti degli esperti ricerca e tecnologia possono fare molto, ed è compito delle case di cura del territorio proporre ai pazienti le migliori soluzioni per limitare l’impatto di queste patologie. Molto importante anche la sensibilizzazione e l’informazione rivolta al pubblico. La lotta alla sclerosi è ancora dura, ma la Sicilia e la sua neurologia sono determinate a seguire il percorso per migliorare le risposte che il mondo della medicina può dare ai suoi pazienti.

Commenta l’articolo

Lascia un commento Annulla risposta

Leggi Anche

Retail Transformation: quale il rapporto tra persone e tecnologia?

Retail Transformation: quale il rapporto tra persone e tecnologia?

Fiducia, sorpresa, attesa. Queste le parole più frequentemente associate al digitale da parte dei consumatori. …