giovedì , giugno 20 2019
Home / Tecnologia / Asus rinnova la linea Chromebook: tra le novità spunta un tablet – DDay.it
Asus rinnova la linea Chromebook: tra le novità spunta un tablet - DDay.it

Asus rinnova la linea Chromebook: tra le novità spunta un tablet – DDay.it

Asus ha svelato in anteprima la nuova famiglia di dispositivi Chromebook, anticipando di qualche giorno il debutto ufficiale previsto nell’ambito del CES di Las Vegas. I prodotti sono pensati principalmente per un utilizzo scolastico, per questo presentano una struttura rinforzata, adatta a reggere un utilizzo assiduo.

Della serie fanno parte i due laptop classici Chromebook C204 e Chromebook C403, l’ibrido 2-in-1 Chromebook Flip C214 e il Chromebook Tablet CT100, primo tablet del produttore in questa categoria.

Il Chromebook C204 è il diretto successore del modello C202, ha un profilo leggermente più sottile, telaio e angoli gommati per resistere ad urti e cadute accidentali fino a 120 cm di altezza. Il display da 11,6’’ arriva alla risoluzione HD ed è disponibile anche in versione touch. La cerniera consente l’apertura del portatile fino a 180°, degna di nota anche la tastiera resistente agli schizzi e con corsa dei tasti da 1,5 mm per offrire maggiore comodità durante la scrittura.

Sotto la scocca è presente il processore Intel Celeron N4000 dual-core, 4GB di RAM (espandibili fino ad 8GB) e 32GB per l’archiviazione su unità eMMC. Due porte USB di tipo A consentono di collegare facilmente periferiche esterne, disponibili inoltre due porte USB Type-C adatte a dispositivi più recenti. Il lettore di schede MicroSD semplifica il trasferimento di foto da una fotocamera al cloud, mentre il jack da 3.5 mm permette agli utenti di collegarsi per ascoltare l’audio dei contenuti multimediali o effettuare videochiamate utilizzando la webcam HD a bordo.

La batteria da 50 Wh, migliorata rispetto al C202,  dovrebbe garantire, in base a quanto dichiarato dal produttore, sufficiente autonomia per l’intera giornata prima di una ricarica. Completano la scheda tecnica Wi-Fi 802.11ac dual band, compatibile con reti a 2,4 e a 5 GHz, e il Bluetooth 4.2.

Stesso design ma dimensioni più generose per il Chromebook C403, che ricalca quasi per intero la scheda tecnica del C204 apportando alcune piccole differenze. Il processore a bordo è un Intel Celeron N3350 dual-core con GPU Intel HD 500, presenti 4GB di RAM e l’unità eMMC da 32GB. Il display è da 14 pollici con risoluzione HD e senza configurazione touch. La batteria è invece da 45 Wh, identico il resto della dotazione hardware.

Anche il Chromebook Flip C214 costituisce l’evoluzione di un modello della precedente generazione Asus, precisamente il C213. Si tratta di un 2-in-1 basato su hardware identico al C204, con a bordo processore Intel Celeron N4000 dual-core, i medesimi 4GB di RAM e 32GB di spazio di archiviazione. Può essere configurato con un massimo di 8GB di RAM e 64GB per ottimizzare il multitasking.

Chiaramente il display da 11,6’’ è di tipo touch, con risoluzione anche in questo caso HD, supporta inoltre la tecnologia Wacom EMR garantendo la compatibilità con il pennino. Ridotta di poco la batteria rispetto al C204, che in questo caso è da 45 Wh.

Il Chromebook Tablet CT100 è la vera novità proposta da Asus, progettato per offrire a studenti di classi inferiori un’introduzione facile e familiare alla tecnologia. Lo chassis gommato misura poco meno di 10 mm di spessore e può resistere a cadute fino a 100 cm. Il display con risoluzione QXGA da 9,7″ supporta lo stilo, che può essere inserito nel telaio quando non viene utilizzato. Il processore è un OP1 da sei core: due core Cortex-A72 e quattro core Cortex-A53.

Presenti 4GB di RAM e 32GB per l’archiviazione interna, due fotocamere per le funzioni multimediali, anteriore da 2 MP e posteriore da 5MP. Completano la scheda tecnica 1 posta USB type-C con doppia funzione di ricarica e trasferimento dati, lettore di schede microSD, jack da 3.5 mm, Wi-Fi 802.11 ac con antenna 2×2, Bluetooth 4.1. Prezzi e date di arrivo nei rispettivi mercati non sono ancora stati resi noti.

Leggi Anche

Zoe, assistente virtuale di Msc, pronta a sbarcare sugli smartphone degli ospiti

Zoe, assistente virtuale di Msc, pronta a sbarcare sugli smartphone degli ospiti

di Marco de’ Francesco ♦︎ Grazie alla tecnologia Hpe e ai moduli di machine learning, …